WSBK Inghilterra: Una caduta frena Forés nelle prove libere di Donington

 
Donington (UK), 25 maggio 2018. Il sesto round della stagione del MOTUL FIM Superbike World Championship si è aperto oggi sullo storico circuito di Donington Park, in Gran Bretagna, con tre sessioni di prove libere. Il pilota del Barni Racing Team Xavi Forés è caduto nella terza e ultima sessione (l’unica asciutta) ed ha chiuso soltanto 23esimo il suo venerdì.

La sessione del mattino si è svolta sotto un tipico cielo inglese, con pioggia battente e temperature molto basse. In queste condizioni Forés ha faticato molto a trovare il giusto setup della sua Ducati Panigale R. La situazione è migliorata già nella seconda sessione, con la pioggia che ha dato tregua e le traiettorie della pista che andavano man mano asciugandosi.  Forés ha abbassato il suo tempo in ogni uscita fino all’ 1’40.116 che lo ha portato in settima posizione. Nella terza e decisiva sessione, con la pista completamente asciutta eccetto alcune chiazze di umido, Xavi è caduto all’inizio del suo primo vero giro lanciato. Resta così l’1’30.925 del primo passaggio sul traguardo. Il pilota spagnolo ha perso l’anteriore in frenata, proprio a causa di un tratto bagnato, e così non ha potuto lottare fino in fondo per entrare nella Top 10. Una volta rientrata al box i ragazzi del Barni Racing Team hanno provato il miracolo sulla moto:  in meno di cinque minuti sono riusciti a sistemarla e Xavi era pronto a rientrare, ma sul filo di lana è mancato il tempo per il giro di lancio e l’ultimo tentativo. Per la prima volta in questa stagione il portacolori del Barni Racing Team è fuori dalla top 10, domani mattina (ore 11.45) nella prima sessione di qualifica dovrà risultare primo o secondo per  guadagnarsi la Superpole 2 e un buon piazzamento in griglia.

 

 

Marco Barnabò, Principal Manager «Su questa pista non siamo a nostro agio. Stamattina con la pioggia eravamo lontani dall’avere un buon assetto. Nelle FP2 abbiamo fatto uno step in avanti, poi nel pomeriggio, quando era il momento di fare il tempo, è arrivata la caduta che ha rovinato tutto. Purtroppo nelle corse questo può succedere. Abbiamo ancora tempo domani per migliorare e cercare di tornare nelle posizioni di vertice».
Xavi Forés #12 «Prima di tutto voglio chiedere scusa a tutta la squadra per il mio errore, per me è stata certamente la giornata più dura di tutta la stagione. Dopo una mattinata tribolata per l’assetto, quando la pista si è asciugata, ho commesso un grave errore frenando su una chiazza di bagnato. Sono davvero dispiaciuto per il team, ma questo mi dà grande motivazione per domani: voglio migliorare e regalare a tutti una bella soddisfazione in gara perché se la meritano».

 

 #sittaergalsprockets

WSBK Donington: Pioggia e freddo non spaventano il Team Motoxracing. Marino 4°, Galang 2°

Un clima tipicamente britannico ha accolto il Team Motoxracing a Donington Park, sede del quarto round della Superstock 1000 European Championship e della Supersport 300 World Championship.

Sui 4023 metri del circuito inglese
Florian Marino ha dato prova della sua competitività in ogni condizione, concludendo la prima giornata di prove libere con un positivo quarto posto (1’31.221) ad appena mezzo secondo dalla vetta della classifica. Nonostante le basse temperature, appena 13° quella dell’aria e 16° sull’asfalto, il pilota dell’URBIS Yamaha Motoxracing STK Team non ha commesso errori, facendo anche registrare il miglior tempo nel primo settore del circuito inglese. Sperando in un clima più favorevole – oggi appena 15 giri all’attivo – Marino scenderà nuovamente in pista domani mattina alle ore 10 locali per l’ultima sessione di prove libere in vista dell’unico turno di prove ufficiali previsto per le 16.15 italiane.

Nonostante il primo turno di prove libere sia andato perso per un’innocua caduta alla curva 8,
Galang Hendra Pratama ha saputo riscattarsi nella FP2, conquistando un ottimo secondo posto assoluto che è valso all’indonesiano l’ingresso diretto alla Superpole 2 di domani. Il pilota asiatico del Biblion Yamaha Motoxracing SSP300 Team, leader del Challange “bLU cRU” riservato ai giovani talenti di Casa Yamaha, è riuscito a issare la YZF-R3 numero 55 nella virtuale prima fila del venerdì grazie al crono di 1’45.123, imponendosi come il miglior pilota in sella ad una moto di Iwata. Dal canto suo, dopo i buoni riscontri ottenuto nel turno bagnato del mattino, Paolo Grassia non è riuscito a ripetersi al pomeriggio, concludendo la giornata con il ventiseiesimo tempo (1’47.406). Il campano potrà riscattarsi sin da domani, quando prenderà parte alla SP1 (ore 12.45 in Italia), mentre Galang scenderà in pista direttamente nella SP2 (ore 13.10 italiane), che saranno decisive per lo schieramento di partenza della gara di domenica (partenza alle ore 15.20 italiane).

#sittaergalsprockets